Tutto su abete bianco e abete rosso: foglie, fiori e legno

L’abete è un albero maestoso molto comune nell’Europa e in Russia, con alcuni esemplari che riescono a raggiungere altezze considerevoli. L’abete è un albero molto comune nell’emisfero settentrionale, ma assente in quello australe, che può vivere fino a più di seicento anni. In Italia cresce spontaneo, ed è considerato uno dei re dei nostri boschi dall’alto dei suoi 30 metri di altezza media, anche se in alcuni casi arriva anche ai 50 metri.

L’abete produce entrambi i fiori, maschile e femminile, separati, in tarda primavera che origineranno poi i frutti, le famose pigne che tutti cercano per i pinoli, i semi resinosi dell’abete da cui si produce un olio. La grossa produzione di resina è un’altra caratteristica dell’abete, contenuta nella corteccia che per i primi cinquanta anni di vita rimane liscio e successivamente cambia consistenza, iniziando a produrre delle scaglie che lentamente si distaccano dall’albero.

Le foglie hanno una vita media di sei anni e sono del tipo aghiforme.

In natura gli abeti crescono a quote comprese tra i 500 e i 2000 metri, in zone umide e piovose, soprattutto in Europa centrale mentre in Italia ha perso molto territorio e si è stabilito oramai solo sulle cime più alte dell’Appennino e delle Alpi in zone molto ristrette, con l’area più vasta nella Toscana del nord vicino al confine liguro-piemontese.

L’abete è ricercato per la produzione del legno, abbastanza pregiato ma soprattutto leggero. Un altro uso molto sviluppato è per l’industria cartiera.

Gli abeti presenti in Italia sono di due specie, l’abete bianco e il più pregiato abete rosso, che è diffuso anche in Asia centrale e in Russia, dove ricopre superfici molto vaste.

Qui trovi tutti gli alberi e le piante per il tuo giardino!

Abete bianco o abies alba

L’abete bianco o abies alba, è un albero sempreverde e fa sia fiori maschili che femminili nella stessa pianta. Vive fra i 500 ed i 1.900 metri, in alcune zone si spinge oltre i 2.000 metri e risulta essere un albero molto longevo: può superare i 600 anni d’età.

L’abete bianco è una specie che può vivere in zone d’ombra; quando è giovane, può restare sotto copertura per molti anni, con conseguente malformazione del fusto, mentre una volta adulto ha l’esigenza di vegetare in piena luce. L’abete bianco ama umidità, terreni freschi e profondi, tipici delle zone ombreggiate e piovose.

Dimensioni e Semina

L’abete bianco può può arrivare ad un’altezza di circa 60 metri, presenta un fusto dritto che può arrivare ad un diametro di 3 metri. Se la pianta cresce isolata, il fusto si caratterizza fin dalla base dalla presenza di fitti rami, se invece la pianta cresce a contatto con altre piante, il fusto risulta spoglio per gran parte della sua altezza.

Per poter seminare l’abete bianco, le temperature devono essere mediamente basse. Un trucchetto casalingo per far vernalizzare i semi, se all’aperto le temperature sono troppo alte, è quello di tenere i semi in frigorifero, nella zona verdura, per 2-3 mesi.

Dovrebbero germogliare senza troppi problemi. Sarà necessario tenere le piantine lontano dalla luce diretta del sole, visto il caldo dell’estate. L’ideale sarebbe un’ombra luminosa, bagnature frequenti ma senza ristagno d’acqua, c’è il rischio di far marcire le radici.

 

Abete rosso o picea abies

L’abete rosso, può raggiungere l’altezza di 40 metri, tronco diritto e chioma conica relativamente stretta. Il portamento può differenziarsi in base all’altitudine raggiunta dall’abete rosso, essendo questa una specie caratterizzata da un certo polimorfismo: la chioma, infatti, può assumere una forma più espansa alle quote più basse, mentre tende ad essere più stretta a quote maggiori (per contenere i danni provocati dalla neve).
La corteccia dell’abete rosso è sottile e rossastra, proprio da questa caratteristica deriva il nome comune dell’abete rosso; con l’età si scurisce diventando grigiastra e si divide in placche tondeggianti (di circa 1–2 cm).

Dimensioni e Semina dell’Abete Rosso

Per poter ottenere risultati, è importante seminare un gran numero di semi e non fargli mancare l’umidità, almeno nei primi momenti di vita.
Ti posso consigliare di fare un semenzaio, non esposto a pieno sole.

Devi prima far sviluppare la pianta e se usi del buon terriccio puoi evitare di concimare, almeno nel primo anno, per non rischiare di ottenere l’effetto opposto.

Dopo 2 anni l’altezza potrà essere variabile in base a tanti fattori (luogo, esposizione, fertilità del suolo), certo se seminerai in un luogo dove gli abete si sviluppano naturalmente, non avrai problemi, ma non ti aspettare che superino di molto i 30 cm.

La scelta del terreno farà la differenza. Un terreno poco fertile rallenterà molto la crescita dell’abete rosso.
La messa a dimora la devi effettuare entro 2 anni per ridurre lo stress da trapianto.

Vuoi ricevere i migliori prodotti in offerta, gratuitamente, sul tuo telefonino?

 

Ogni giorno, pubblichiamo una selezione dei migliori prodotti in offerta per il giardino ed il giardinaggio, sul nostro canale Telegram dedicato. Clicca sul pulsante qui sotto per unirti al canale e vedere tutti i prodotti oggi in offerta!

Abete Bianco e Rosso: differenze

Abbiamo appena visto tutte le caratteristiche dell’abete bianco e di quello rosso, ma come possiamo distinguerli?

Partiamo dal basso:

 

  • Corteccia: quella dell’abete rosso, come abbiamo visto è piuttosto sottile, tende a scurirsi nel corso degli anni e presenta placche tondeggianti. La corteccia dell’abete bianco invece, è piuttosto liscia, di colore biancastro ed il tronco è bel slanciato.
  • Rami: quelli dell’abete rosso, si spingono verso l’alto, soprattutto i rami principali. I rami dell’abete bianco invece, sono disposti perpendicolarmente al tronco.
  • Aghi: quelli dell’abete rosso crescono regolarmente attorno ai rametti e sono di color verde. Facilmente riconoscibili sono gli aghi dell’abete bianco invece. Questa volta i rametti risultano piatti, gli aghi li coprono solo sui lati; il lato superiore degli aghi è di colore verde scuro, il lato inferiore invece, è più chiaro e presenta delle striature biancastre.
  • Pigne: quelle dell’abete rosso sono pendule, quindi disposte sotto i rami e tendono a cadere intere. Le pigne dell’abete bianco invece, crescono sul lato superiore del ramo, rivolte verso l’alto e tendono a sfaldarsi. Se controllate alla base di un abete bianco, difficilmente troverete pigne cadute.

Quali sono i migliori semi per il tuo abete?

Vuoi seminare un abete bianco o rosso? Preferisci un Bonsai?

Stai cercando altre piante?

Scopri i migliori consigli per crescere al meglio ogni specie, e dove acquistare le migliori semenze online

Contenuti EXTRA

Ti piace questo sito? Condividilo con i tuoi amici!

Su arredoilgiardino.it trovi i migliori consigli per la cura del tuo giardino, dalla semina delle piante, ai complementi d'arredo. Scriviamo per passione. 

Abbiamo aperto un canale Telegram, dove segnaliamo i migliori articoli per il giardino, in offerta su Amazon.

7
Privacy Policy 

Su questo sito, non raccogliamo i dati degli utenti, i nostri cookie non sono utilizzati per identificare o profilare i visitatori del sito, ma solo per consentire un miglior funzionamento ed analizzare le statistiche di traffico. Se lo desiderate, potete cancellare i cookie voi stessi, tuttavia la loro cancellazione potrebbe compromettere il funzionamento di alcuni aspetti del sito che dipendono dalla loro presenza.