Alloro, caratteristiche, semi e liquore

Tutto sull’alloro: foglie, clima ed oli essenziali

L’alloro è un albero conosciuto e utilizzato fin dall’antichità dove era considerato sacro e simbolo di nobiltà. Tipicamente mediterraneo è estremamente facile da coltivare anche in vaso e non necessita di particolari cure.

L’alloro è un albero dalle foglie molto aromatiche tipicamente mediterraneo definito nobile, e utilizzato come simbolo di regalità fin dai tempi dell’Antica Roma, dove si iniziò l’usanza di cingere il capo degli imperatori con corone di foglie intrecciate. L’usanza è proseguita fino al XVIII secolo quando Napoleone fu l’ultimo imperatore a essere ritratto vanitosamente con una corona di alloro. Presso gli antichi Greci questo privilegio era invece riservato ai vincitori dei giochi sportivi annuali che si tenevano in varie parti della penisola ellenica, di cui Delfi era la città principale nell’organizzazione, come tramandato dalla mitologia greca, poi ripresa da quella romana, dove questa pianta era considerata sacra agli dei. Il nome alloro infatti è di origine latina da Laurus, ovvero nobile.

La sua aromaticità ne fa anche una pianta molto usata nella cucina mediterranea.

È diffuso in tutti i paesi che si affacciano sul Mediterraneo, dalla Spagna all’Asia Minore, dove cresce selvatico e spontaneamente, anche se con la coltivazione può essere piantato anche in zone più settentrionali a latitudini al di sotto delle Alpi.

Ama i climi caldi e abbastanza secchi, in genere si accontenta delle piogge e non ha necessità particolari per quel che riguarda il terreno. Cresce bene infatti anche in condizioni poco fertili e di povertà minerale, ma ha bisogno di una ottima esposizione solare per sviluppare appieno l’aromatica fase vegetativa. Non sopporta il freddo e se sottoposta a basse temperature può morire in breve tempo.

Le foglie sono senza dubbio molto ricercate, ellittiche di grandezze variabili fino a 10 cm negli esemplari più grandi. Può essere coltivata anche in vaso con estrema facilita avendo l’accortezza di riservagli grandi recipienti a causa dell’apparato radicale molto espanso.

Qui trovi tutti gli alberi e le piante per il tuo giardino!

Foglie e benefici

L’alloro, conosciuto anche come lauro, è un arbusto sempreverde particolarmente conosciuto perché ad esso si associano diversi effetti benefici per la salute. Conta su foglie di dimensioni medie e di forma ovale, normalmente lucide.

E’ originaria dell’Europa mediterranea ma non ha comunque particolari problemi nel crescere in luoghi dal clima più continentale. Può essere coltivato in un giardino seguendo i normali accorgimenti per la crescita di una pianta, ma in natura – soprattutto alle nostre latitudini – è particolarmente facile ammirare degli esemplari rustici.

Le proprietà medicamentose dell’alloro sono principalmente dovute alla ricchezza di oli essenziali, presenti soprattutto sulle foglie, da raccogliere – si consiglia – a inizio primavera o durante l´inverno.

Liquore alle bacche di alloro ed olio

L’alloro (laurus nobilis) è utilizzato da secoli in ambito alimentare ma anche nella medicina naturale. Sono note e tramandate da secoli le sue proprietà benefiche, riguardanti il contrasto delle coliche e di altri disturbi dello stomaco.

L’alloro, grazie al suo olio essenziale (trovate qui sotto il link), viene impiegato spesso per ottimizzare la digestione e per risolvere i casi di aerofagia. Le sue bacche vengono utilizzate anche per preparare l’oleolito di alloro, una preparazione nota per il suo grande beneficio antinfiammatorio.

Come si prepara il liquore all’alloro e link all’acquisto

Prendete un recipiente in vetro, mettete in infusione le foglie di alloro (una trentina) nell’alcol, mezzo litro a 95°, per almeno una settimana.

Trascorso il tempo necessario alla macerazione, filtrate il tutto e chiudetelo in un recipiente con coperchio. Versate mezzo litro d’acqua con 500 grammi di zucchero di canna in un pentolino e lasciate bollire il tutto a fiamma bassa per qualche minuto. Mescolate spesso affinché lo zucchero si sia sciolto per bene.

Spegnete la fiamma e lasciate raffreddare il contenuto. Versatelo nel recipiente con l’infuso di alloro, chiudetelo e fatelo riposare al buio e al fresco per circa 20 giorni.

Ora dovete solo filtrare il liquore e imbottigliarlo. Fatelo riposare ancora almeno un mese prima di gustarlo.

Se preferisci l’acquisto diretto, qui sotto trovi i link per il liquore all’alloro!

Quali sono i migliori semi per piantare il tuo alloro?

Vuoi seminare l’alloro in giardino o stai cercando olio e liquore? Trovi tutto qui!

Alloro – 6 semi – Laurus nobilis

Prezzo consigliato EUR 9,75

Alloro foglie biologiche erba aromatica

Prezzo consigliato EUR 19,02


Extra: Olio essenziale

Extra: liquore all’alloro

Extra: liquore all’alloro

Stai cercando altre piante?

Scopri i migliori consigli per crescere al meglio ogni specie, e dove acquistare le migliori semenze online

Special Guest: Albero di Natale

Ti piace questo sito? Condividilo con i tuoi amici!