Piante aromatiche: coltivazione, disposizione ed essiccazione 

Come coltivarle, tipologie ed essiccazione

Le piante aromatiche hanno una storia millenaria. Sono piante estremamente resistenti, che necessitano di poche cure e donano tanti benefici.
L’uomo le usa da sempre, sfruttando queste qualità. Potremmo suddividere le piante aromatiche in 3 grandi gruppi: le piante aromatiche con proprietà stimolanti, le rilassanti e quelle decongestionanti.

Oggi le proprietà di queste piante sono riconosciute anche in campo scientifico, motivo in più per coltivarle sui nostri balconi, terrazzi e giardini. Sono utili per la nostra salute, ma lo sono anche per la natura che ci circonda, infatti oltre al notevole colpo d’occhio che regalano quando disposte in aiuole, aumentano la presenza di insetti impollinatori e rilasciano incredibili profumi.

Come disporre le piante aromatiche e preparazione del terreno

Disporre queste piante è molto semplice, vi basterà seguire una sola regola: ogni aiuola deve contenere una sola tipologia di pianta aromatica. L’estensione dello spazio invece, è a vostra discrezione, si adattano perfettamente anche se coltivate in spazi ristretti. Su balcone, terrazzo o giardino, procuratevi dei “cassettoni” o dei contenitori che abbiano almeno 20 cm di profondità, in modo da poter ordinare la vostra aiuola.

Se interessati, potete approfondire la realizzazione di orti verticali ed a cassettoni.

Per quanto riguarda l’esposizione e la posizione, cercate di tenerle al riparo da vento e nelle stagioni più fredde, preoccupatevi di coprirle. Alcune specie, come salvia, prezzemolo e basilico, nella stagione invernale possono essere trasferite in casa.

Il terreno perfetto per le piante aromatiche è un terriccio ricco di sali minerali, ferro ed abbastanza acido. Assicuratevi che non ci siano mai ristagni d’acqua, nel dubbio, utilizzate la zappetta in modo da favorirne il drenaggio. L’esposizione al sole invece, varia in base alla tipologia di pianta aromatica che avete scelto.

Vuoi ricevere i migliori prodotti in offerta, gratuitamente, sul tuo telefonino?

 

Ogni giorno, pubblichiamo una selezione dei migliori prodotti in offerta per il giardino ed il giardinaggio, sul nostro canale Telegram dedicato. Clicca sul pulsante qui sotto per unirti al canale e vedere tutti i prodotti oggi in offerta!

Tipologie di erbe aromatiche

Oltre che per proprietà benefiche, le erbe aromatiche possono essere suddivise in base alla tipologia. Esistono specie annuali, biennali e perenni:

Le erbe aromatiche annuali:

  • Basilico
  • Rucola
  • Coriandolo
  • Anice verde
  • Borragine
  • Santoreggia
  • Cumino

Le erbe aromatiche biennali:

  • Prezzemolo
  • Cerfoglio

Le erbe aromatiche perenni:

  • Origano
  • Rosmarino
  • Salvia
  • Timo
  • Malva
  • Erba cipollina
  • Maggiorana
  • Finocchio selvatico
  • Dragoncello
  • Menta
  • Ruta
  • Acetosa
  • Melissa

È importante che le tipologie annuali e biennali vengano sostituite con altre specie ciclicamente, in modo da garantire una buona crescita ed evitare malattie.

Come realizzare un’aiuola di piante aromatiche da balcone, terrazzo o giardino

  1. Scegliete uno spazio soleggiato ed al riparo dalle correnti d’aria, dopodiché eliminate dal terreno eventuali sassi ed erbe infestanti, lavoratelo per renderlo ben soffice e drenante. Cercate di creare dei confini tra le specie, come dicevamo ad inizio articolo, in modo che nessuna prevalga sulle altre, rallentandone la crescita.
  2. Cercate di creare delle aiuole con specie diverse ma che necessitino la medesima tipologia di cure. Ad esempio piante aromatiche che richiedono innaffiature costanti, andrebbero collocate tutte nella stessa aiuola, quelle che richiedono poca esposizione solare invece, in un’altra aiuola e così via.

Ecco come potete organizzare le vostre aiuole:

 

  • Terreni asciutti: salvia, rosmarino, origano e maggiorana
  • Mezz’ombra: menta, melissa e cerfoglio
  • Frequenti innaffiature: coriandolo, basilico, erba cipollina e prezzemolo

 

3. Il miglior periodo per procedere alla coltivazione delle piante aromatiche è la primavera.

4. La cura delle aromatiche è molto semplice, seguite le indicazioni per dare il giusto apporto d’acqua a seconda della tipologia di aiuola che avete creato. Prendetevi cura delle piante mantenendo il terreno pulito dalle infestanti, in alternativa potete ricorrere alla pacciamatura con corteccia o paglia.

Avrete così delle piante aromatiche in perfetta forma.

Come essiccare le piante aromatiche

Eh già, dopo aver coltivato e curato le nostre piante aromatiche, sarebbe uno spreco non pensare a come conservare tutti i benefici di queste piante, in modo da poterle utilizzare anche durante l’inverno.

I punti fondamentali per l’essiccazione corretta sono due:

  1. Il momento della raccolta ideale: dovete cogliere le vostre piante quando la loro concentrazione di oli essenziali nelle foglie è al culmine. Viene detto anche periodo balsamico. Inoltre, sarebbe opportuno eseguire la raccolta, durante le prime ore della giornata, quando la pianta è già ben asciutta.
  2. Ora veniamo all’essiccazione vera e propria, una volta eseguito il raccolto, assicuratevi di lavarlo ed asciugarlo con cura, dopodiché ponetelo in un locale buio o comunque lontano dalla luce diretta del sole, ma ben areato, per almeno una decina di giorni. Preoccupatevi di girarli di tanto in tanto se li avete posti su un ripiano, altrimenti potete suddividere il raccolto in mazzetti ed appenderli.

Come essiccare e conservare il rosmarino

Come abbiamo anticipato nel corso dell’articolo, uno dei metodi più semplici per essiccare le erbe aromatiche (escludendo essiccatori e tecniche alternative, come l’uso del forno), è quello di riporle in un locale al riparo dalla luce. Ecco come essiccare il rosmarino:

 

  • Al mattino, dopo aver lasciato asciugare la rugiada, procedete al taglio dei rametti di rosmarino; cercate di tagliare rametti di egual misura, sarà più facile realizzare i mazzetti.
  • Successivamente, create dei mazzetti da legare composti da 5 o 6 rametti, avvolgendoli con dello spago.
  • Ora potete appendere i mazzetti; assicuratevi che rimangano per almeno 15 giorni in un luogo asciutto, ben ventilato e possibilmente lontano dai raggi diretti del sole.
    Potete anche coprire i mazzetti con delle buste di carta per alimenti durante l’essiccazione per proteggerli dalla polvere.
  • Ogni 2 giorni, girate i mazzetti, in modo che l’essiccazione del rosmarino avvenga in maniera uniforme.
  • Una volta essiccato, puoi separare gli aghi dai rametti e riporli in un contenitore da cucina. Sarà perfetto per insaporire le tue ricette!

Come essiccare e conservare il basilico

Anche in questo caso, vi proponiamo il metodo più semplice per l’essiccazione del basilico. Potete eseguirla con lo stesso procedimento visto per il rosmarino o in alternativa, utilizzare il metodo seguente:

 

  • Per poter essiccare il basilico su telaio, dobbiamo partire con la costruzione di quest’ultimo se non ne avete uno.
  • In realtà è davvero molto semplice, vi serviranno quattro listelli in legno per creare la struttura, dopodiché dovrete solo installare la rete metallica alimentare.
  • Tagliate i rametti di basilico seguendo le stesse indicazioni già proposte per il rosmarino.
  • Rimuovete le foglie di basilico e disponetele sulla rete metallica, dopodiché ricopritele con panno leggero. Vanno molto bene i tessuti utilizzati per coprire le piante da frutto.
  • Ora mettete il basilico ad essiccare all’aria, mantenendolo al riparo dai raggi del sole, oppure in casa, in un luogo buio, fresco ed asciutto.
    Il vostro basilico essiccato sarà pronto in circa 7 giorni.
  • Una volta che il vostro basilico sarà pronto, sbriciolate le foglie e mettetele anche in questo caso in contenitori ermetici. Pronto per l’uso!

     

Come essiccare e conservare l'origano

Cosi come abbiamo visto con le altre aerbe aromatiche, anche con l’origano, possiamo procedere ad essiccazione e conservazione, in modo da averlo disponibile anche durante i mesi freddi:

 

  • Partiamo con la raccolta dei rametti di origano dalla nostra aiuola, cercate di tagliarli di egual misura.
  • Disponete i rametti di origano in tanti piccoli mazzetti da 5 o 6 unità. Legateli con lo spago e bagnateli in una bacinella piena d’acqua.
  • Togliete i fascetti dall’acqua ed appendeteli a testa in giù per circa 20 minuti.
  • Come visto già per il rosmarino, potete decidere di lasciar essiccare l’origano in un luogo asciutto e ben areato, coperto da una busta di carta o libero per circa 15 giorni, ricordando di girare i mazzetti ogni 48 ore circa.
  • Infine, completata l’essiccazione dell’origano, dovete scuotere i rametti in modo che le foglie ed i fiori cadano, dopodiché raccoglieteli e passateli al setaccio. Ora potete riporre l’origano essiccato in un contenitore ermetico!

Come essiccare e conservare il timo

  • Procediamo con la raccolta del timo, successivamente, pulite con cura i rametti rimuovendo le parti ingiallite o appassite e successivamente bagnateli velocemente utilizzando una bacinella d’acqua.
  • Una volta asciugati i rametti di timo, legateli con uno spago, e disponeteli in un sacchetto di carta, così come visto nei casi precedenti.
  • Scegliete un luogo areato per appenderli, va bene anche all’aperto ma teneteli lontano dalla luce diretta del sole.
  • Dopo circa 15 giorni, siete pronti per preparare il timo essiccato alla conservazione.
  • Raccogliete le foglie di timo, se volete setacciatele per sicurezza, dopodiché riponetele in un contenitore ermetico.

 

Dove acquistare le piante aromatiche online?

All’indirizzo che trovate qui sotto, troverete una sezione completa di tutte le piante aromatiche disponibili online!

Stai cercando altre piante?

Scopri i migliori consigli per crescere al meglio ogni specie, e dove acquistare le migliori semenze online

Contenuti EXTRA

Ti piace questo sito? Condividilo con i tuoi amici!

Su arredoilgiardino.it trovi i migliori consigli per la cura del tuo giardino, dalla semina delle piante, ai complementi d'arredo. Scriviamo per passione. 

Abbiamo aperto un canale Telegram, dove segnaliamo i migliori articoli per il giardino, in offerta su Amazon.

7
Privacy Policy 

Su questo sito, non raccogliamo i dati degli utenti, i nostri cookie non sono utilizzati per identificare o profilare i visitatori del sito, ma solo per consentire un miglior funzionamento ed analizzare le statistiche di traffico. Se lo desiderate, potete cancellare i cookie voi stessi, tuttavia la loro cancellazione potrebbe compromettere il funzionamento di alcuni aspetti del sito che dipendono dalla loro presenza.